Neurinoma Acustico

Il neurinoma acustico è una forma di tumore benigno che colpisce il cervello.

 

precuneo

 

In linea di massima i sintomi che si manifestano sono perdita dell’udito e problemi di equilibrio. Viene anche nominato Schwannoma vestibolare poiché colpisce le cellule di Schwann dell’ VIII nervo cranico, il nervo vestibolo cocleare.

 

Le cellule di Schwann

Le cellule di Schwann si trovano lungo gli assoni (prolungamenti dei neuroni) e producono mielina. La mielina svolge un ruolo fondamentale nella trasmissione degli impulsi nervosi poiché ne aumenta la velocità di passaggio.

 

Incidenza

I tumori al cervello non hanno un’ incidenza molto alta, e più specificatamente il neurinoma acustico colpisce 13 persone ogni milione di abitanti. Risulta essere più frequente nelle donne e soprattutto con più di 40 anni di età.

 

Cause

Purtroppo le cause nella maggior parte dei casi sono ignote, anche se ovviamente si può pensare ad una mutazione di queste cellule che però sono ancora oggetto di studio da parte dei ricercatori.

 

Sintomi

I sintomi che si manifestano sono abbastanza generali e ne complicano la diagnosi. Infatti le problematiche più diffuse sono quelle che riguardano l’udito e l’equilibrio, mentre ad uno stadio più avanzato potrebbero presentarsi ulteriori problemi come dolore ad un lato della faccia o problemi di coordinazione muscolare sempre su un lato.

 

Gli effetti sull’udito e diagnosi

In quasi tutti i casi di neurinoma acustico si verifica una perdita uditiva nell’orecchio del lato della neoformazione, seguita da difficoltà nella comprensione di parole e la comparsa di acufeni.

 

Pulizia delle orecchie immagine di copertina genialaudio

 

L’audiometria è l’esame più utile per diagnosticare il neurinoma acustico. Nell’audiogramma si definirà una perdita neurosensoriale asimmetrica riguardante le alte frequenze. Per avere conferma della diagnosi vengono inoltre effettuati dei controlli neurologici come la Risonanza Magnetica Nucleare e la Tomografia Assiale Computerizzata (TAC) entrambe per verificare la presenza, la dimensione e la posizione dell’eventuale tumore benigno.

 

Trattamento

Dopo aver svolto una diagnosi accurata e precisa si può procedere all’eventuale rimozione chirurgica. Purtroppo i rischi che potrebbero derivare in sede di rimozione di un tumore di elevate dimensioni sono a volte superiore rispetto ai benefici e quindi il medico chirurgo deve valutare attentamente la convenienza dell’operazione. Nel caso in cui invece il tumore si trovi in una posizione difficile da raggiungere chirurgicamente, si può procedere con un intervento di radiochirurgia, cioè colpendo con un fascio di radiazioni ionizzanti il tumore andando a distruggere le cellule tumorali.

 

Se avverti cali o problemi d’udito, vieni subito a trovarci in uno dei nostri Centri per un

ESAME AUDIOMETRICO totalmente GRATUITO.

 

PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

 

Il logo di GenialAudio

 

 

luglio 20, 2018 Articoli, News , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *