Nuovo approccio per il trattamento della perdita dell’udito

La perdita dell’udito è un disturbo che può comparire con l’avanzare dell’età o si può manifestare in seguito all’esposizione prolungata a forti rumori.

 

sistema uditivo

 

Oggi vogliamo presentarvi una recente ricerca apparsa sul ACS journal Bioconjugate Chemistry, che dimostra la possibilità di ripristinare la capacità uditiva fornendo stimolanti alla crescita cellulare e alla connettività direttamente alle cellule dell’orecchio danneggiate. (www.news-medical.net)

Come sappiamo, la perdita dell’udito è causata dalla degradazione delle cellule dell’orecchio interno, comprese le cellule ciliate e i neuroni del ganglio a spirale, nonché delle connessioni tra queste cellule. Queste cellule si trovano all’interno della coclea, l’osso dell’orecchio a forma di conchiglia che orchestra l’udito.

 

La perdita di sinapsi tra queste cellule a causa dei forti rumori o dell’invecchiamento può portare:

 

  • alla perdita dell’udito;

  • a un abbassamento che crea difficoltà nel sentire in ambienti rumorosi;

  • allo sviluppo di acufeni.

 

orecchio interno sincrome di ménière genialaudio

 

Le molecole biologiche chiamate neurotrofine sono coinvolte nello sviluppo e nel corretto cablaggio delle cellule uditive.

La ricerca nasce con lo scopo di sintetizzare una molecola che permetta, imitando un processo fisiologico, di riparare le cellule danneggiate. Il problema principale è che le molecole terapeutiche tendono a essere rapidamente spazzate via dai fluidi uditivi interni.

 

Così, David H. Jung, Charles E. McKenna e colleghi hanno trovato una nuova molecola che, attaccandosi all’osso, può consentire l’attività terapeutica alla coclea abbastanza a lungo da poter potenzialmente ripristinare l’udito.

 

Malattie emergenti ricerca scientifica genialaudio

 

In laboratorio, nelle colture cellulari, la nuova molecola ha legato con il minerale osseo, pur mantenendo la capacità di stimolare la crescita dei neuroni del ganglio spirale. Questa nuova molecola ha anche rigenerato le sinapsi nel tessuto dell’orecchio interno che erano state danneggiate. Il lavoro futuro sperimenterà il il potenziale della molecola sugli animali.

Gli sviluppi di questa ricerca potrebbero aprire una nuova metodologia di trattamento per i problemi d’udito.

Attualmente, possiamo affidarci all’utilizzo di apparecchi acustici o agli impianti cocleari.

 

Se avverti cali dell’udito, vieni subito in uno dei nostri centri per una Valutazione Completa e Gratuita.

 

Sapremo trovare la soluzione più adatta a te per mantenere alta la qualità del tuo udito e della tua vita.

 

PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

 

Il logo di GenialAudio

luglio 18, 2018 Articoli, News , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *